Piazza Affari e Borse europee previste aprire con segno più. I temi e i titoli da monitorare

22 Ottobre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Quest’ultima seduta della settimana dovrebbe avviarsi con segno positivo per le principali Borse europee, compresa Piazza Affari, in un tentativo di recupero dopo i ribassi di ieri (l’indice Ftse Mib ha chiuso con un -0,21% a quota 26.525 punti). A sostenere gli scambi in Europa, il nuovo record a Wall Street dell’S&P500 e i guadagni dei listini asiatici, che approfittano di un sollievo almeno temporaneo nel caso Evergrande.

Il colosso immobiliare cinese fortemente indebitato sarebbe prossimo a pagare gli interessi dovuti alla scadenza del 23 settembre su alcuni bond che aveva emesso, schivando così un default che i mercati avevano dato quasi per scontato. Il titolo, quotato alla borsa di Hong Kong, reagisce alla notizia con un rialzo superiore al 4%.

La seduta sarà animata da diverse indicaizoni macro, tra cui spicca la lettura preliminare di ottobre relativa ai Pmi servizi e manifatturiero delle principali economie della zona euro ma anche degli Usa. A metà mattina è prevista anche la riunione della banca centrale russa. A mercati chiusi, infine, è atteso il verdetto sull’Italia di S&P che si pronuncerà sul rating. Intanto a livello societario, prosegue la stagione dei conti. Oggi verranno pubblicati i risultati di Air Liquide e Renault.

Tra i titoli di Piazza Affari, da monitorare Generali, che ha ottenuto dalla Commissione Europea il via libera incondizionato per l’acquisizione del controllo di Cattolica. Attenzione anche a Stellantis che ha firmato con Samsung SDI un memorandum d’intesa per la creazione di una joint venture mirata alla produzione di celle e moduli batteria per il Nord America. Intanto la crisi globale dei chip continua a mettere i bastoni tra le ruote ai colossi dell’auto. Il quotidiano giapponese Nikkei ha riportato oggi indiscrezioni secondo cui Nissan Motor taglierà la produzione globale pianificata per i mesi di ottobre e novembre del 30%.