Piazza Affari concede il tris: Ftse Mib oltre 28.000 con Pirelli e Iveco in vetta

5 Gennaio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Prevalenza degli acquisti anche oggi per Piazza Affari, già reduce da convinti rialzi nelle prime sedute del 2022. Il Ftse Mib segna in chiusura +0,74% a 28.162 punti, aggiornando i massimi di chiusura a oltre 13 anni. Tra le big del listino milanese si è distinta in positivo Ferrari (+1,3% a 238 euro) già protagonista di un +3% alla vigilia.
Sotto riflettori anche oggi Iveco a +5,15% a 11,26 euro nel giorno dell’annuncio della firma di un finanziamento sindacato di 1,9 miliardi di euro che comprende una linea di credito revolving committed di 1,4 miliardi di euro e un finanziamento a termine di 0,5 miliardi di euro.

Scatto anche per Stellantis (+4,03% a 18,42 euro) che ha avvicinato i top storici in scia all’annuncio dell’accordo di collaborazione con Amazon per fornire soluzioni software da implementare in STLA SmartCockpit, la nuova piattaforma per l’abitacolo digitale che sarà avviata nel 2024. Nell’ambito dell’accordo, Stellantis sceglie AWS (Amazon Web Services) come provider cloud preferito per le piattaforme di veicoli, concretizzando la propria visione a lungo termine incentrata sul software.

Molto bene anche Pirelli (+5,25%), miglior titolo di giornata sul Ftse Mib, che ha toccato i massimi da aprile 2019 beneficiando oggi del cambio di valutazione a “overweight” da “neutral” da parte di JP Morgan, che si aspetta una continuazione della forte fase di crescita delle attività anche alla luce dei buoni fondamentali che risultano ancora molto solidi se si guarda all’intero mercato degli pneumatici. La banca americana assegna al titolo un target price di 7,5 euro e si aspetta che il gruppo saprà nei prossimi anni creare valore per gli azionisti grazie anche al miglioramento del suo profilo finanziario.
Tra i migliori anche Telecom Italia a +2,7%, mentre tra i segni meno Enel ha chiuso a -0,725%.