Piazza Affari chiude in buon recupero, Saipem ed ENI in spolvero

21 Settembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Corposo recupero oggi per la Borsa di Milano dopo il violento sell-off della vigilia. Nonostante l’andamento altalenante di Wall Street nelle prime due ore di contrattazioni, il Ftse Mib ha chiuso bene a +1,22% a 25.353,36 punti. Continua a tenere banco sui mercati la preoccupazione agli sviluppi del caso Evergrande con il possibile contagio su altri colossi immobiliari cinesi. Oggi il presidente di Evergrande ha tentato di rassicurare i mercati, affermando che il colosso sviluppatore immobiliare cinese onorerà quanto dovuto agli investitori, ai soci, alle istituzioni finanziarie, agli acquirenti di proprietà immobiliari. Sul fronte banche centrali, negli Stati Uniti è iniziata oggi la riunione della Federal Reserve che si concluderà domani con l’annuncio di politica monetaria a cui seguirà la conferenza stampa del governatore Jerome Powell. Gli operatori si attendono indicazioni sulla riduzione dei programmi di stimolo.

Tra le blue chip milanesi si segnala il +3,2% di Saipem, secondo miglior titolo di tutto il Ftse Mib in scia all’annuncio della firma di un Memorandum of Understanding (MoU) con Saudi Aramco volto a esplorare la possibilità di costituire in Arabia Saudita una nuova entità per l’esecuzione di attività di ingegneria e costruzione nel settore industriale dell’energia e delle infrastrutture. Il migliore è Amplifon (+4,9%).

Molto bene anche ENI (+1,8%) che risulta tra i titoli oil che a detta di Barclays sono meglio attrezzati per beneficiare del balzo dei prezzi del gas. Tra le banche in recupero oggi Bper (+1,3%), protagonista ieri di un tonfo di oltre il 5% con alcuni rumor che la menzionavano come possibile interessata ad alcuni sportelli di Mps.