Piazza Affari barcolla sotto i colpi della nuova variante ‘super sudafricana’, Ftse Mib -3%

26 Novembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Mercati al tappeto in avvio dell’ultima seduta della settimana. In avvio l’indice Ftse Mib cede quasi il 3% in area 26.346 punti. A far scattare le vendite è l’incubo della variante Nu, la nuova variante del Covid-19 scoperta in Sudafrica. La nuova variante, denominata B.1.1.529, battezzata anche come “super sudafricana”, presenterebbe secondo gli esperti 32 diverse mutazioni nella proteina spike. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS-WHO) ha indetto oggi una riunione straordinaria. Il Regno Unito ha preso già provvedimenti, chiudendo i confini a sei paesi africani: oltre al Sud Africa, sono stati sospesi i voli dal Namibia, Lesotho, Eswatini, Zimbabwe e Botswana.

Tra i singoli titoli di Piazza Affari si segnala la debolezza dei bancari: oltre -4% per Intesa Sanpaolo, Bper e Banco BPM. Non ha fatto prezzo Unicredit. Molto male anche i titoli oil: ENI segna -4,1%.

Sul fronte opposto Diasorin con oltre +5%.