Piazza Affari, acquisti scatenati su Tenaris. Titolo +5% dopo risultati bilancio

4 Novembre 2016, di Laura Naka Antonelli

In una sessione contrassegnata dalle vendite, si mette in evidenza il balzo, sull’indice Ftse Mib di Piazza Affari, di Tenaris. Il titolo schizza verso l’alto con un guadagno di quasi +5% (+4,88%), a 12,89 euro, dopo la pubblicazione di utili, in forte calo ma al di sopra delle attese.

L’outlook della società petrolifera, inoltre, scatena l’entusiasmo degli operatori.

Riguardo ai risultati relativi al terzo trimestre, questi hanno messo in evidenza ricavi netti a 1,049 miliardi di dollari, in flessione del 33% su base annua e del 6% su base trimestrale, ma anche il ritorno all’utile del gruppo.

Gli utili si sono attestati su base netta a 17 milioni contro la perdita di 355 milioni del terzo trimestre 2015 e il rosso di 13 milioni del trimestre precedente.

In crescita del 24% su base trimestrale l’Ebitda, che si è attestato a 154 milioni. Su base annua, il trend è stato però negativo, con un calo del 36%.

Il cda ha deciso inoltre di deliberare il pagamento di un dividendo interim di 0,13 dollari per azione, da mettere in pagamento dal 23 novembre.

Tenaris ha poi segnalato che la ripresa delle quotazioni delle materie prime sta avendo un impatto positivo sulle società petrolifere, in quanto le sta aiutando a bilanciare i cash flow. Un analista intervistato da Reuters afferma che, in un contesto difficile, Tenaris ha comunicato “risultati solidi”, superiori al consensus a livello di Ebitda. L’analista considera “sorprendente” il margine Ebitda del 14%.