Piaggio, Colaninno: “Dazi Usa? Venderemo la Vespa dal Vietnam”

31 Marzo 2017, di Mariangela Tessa

Bilancio negativo questa mattina per il titolo Piaggio (-0,70%), nel mirino delle vendite il giorno dopo la diffusione la notizia che gli StatiUniti possano alzare del 100% i dazi su alcuni prodotti Ue, tra questi anche la Vespa, prodotta dalla Piaggio.

“Ma perché se la prendono con la Vespa, che cosa c’entra con la carne bovina?”, ha detto Roberto Colaninno, 73 anni, presidente e amministratore di Piaggio, in un’intervista al Corriere della Sera.

“Purtroppo ho visto la notizia. Una guerra commerciale? Non lo so. Di certo non è un bacetto. Questa crociata protezionistica ci procura più un danno di immagine che finanziario. Altri marchi europei patiranno molto di più: l’austriaca Ktm, ma anche la tedesca Bmw”, spiega il numero uno della Piaggio.

“Che cosa dobbiamo fare? Non possiamo fare la guerra all’America. Speriamo che si sgonfi tutto. Comunque non sono sicuro che saremo toccati. Piaggio produce le Vespe anche in Vietnam. E non è ancora chiaro se questi nuovi dazi colpiranno il marchio e i codici che identificano i prodotti o il Paese che li produce. Perché se fosse una misura contro il Paese, noi potremmo aggirarla facilmente vendendo in America le Vespe prodotte in Vietnam”, chiosa Colaninno.