Petrolio rimbalza, mercati sperano in intesa con Iran e Iraq

17 Febbraio 2016, di Daniele Chicca

Mentre Iran, Iraq, Venezuela e numero uno dell’Opec discutono per trovare un modo per ridurre l’offerta in eccesso, i prezzi del petrolio rimbalzano sui mercati. Gli investitori sperano che un accordo sia trovato già da oggi, anche se è troppo aspettarsi una riduzione della produzione da parte dell’Iran che ha appena fatto il suo ritorno sul mercato e non ha alcuna intenzione di limitare i suoi affari.

Le speranze su un’intesa dopo che Arabia Saudita, Qatar, Venezuela e Russia hanno deciso per un congelamento della produzione di barili, il contratto sul Brent avanza del 3,3% a 33,25 dollari al barile mentre il future sul Wti fa +2,4% a quota $29,75.