Petrolio: quotazioni ancora giù su ipotesi aumento output

28 Maggio 2018, di Mariangela Tessa

Continuano le vendite nel mercato petrolifero. I corsi del greggio continuano a scivolare in Asia con i mercati che anticipano un possibile aumento della produzione da parte dei Paesi Opec e della Russia a partire dal secondo semestre dell’anno..

Il barile del Wti, riferimento americano del petrolio, consegna a luglio, cede 1,69 dollari a 66,2 dollari mentre il Brent, stessa consegna a luglio, perde 1,35 dollari fermandosi a 75,09.