Petrolio prova a rialzare la testa, dopo settimana in flessione

26 Giugno 2017, di Mariangela Tessa

Dopo una settimana in cui ha perso il 4% per l’eccesso di rifornimenti, il prezzo del petrolio prova a rialzare la testa. In Asia i future su Light crude avanzano di 45 cent a 43,46 dollari e quelli sul Brent guadagnano 47 cent a 46,01 dollari.

Gli investitori si interrogano sull’efficacia dei tagli decisi dai Paesi produttori, nell’ambito di un accordo Opec, mentre l’elevata produzione di shale oil Usa rischia di vanificare gli sforzi per far crescere i prezzi.