Petrolio corre dopo l’abbattimento del drone Usa in Iran

20 Giugno 2019, di Alberto Battaglia

L’inasprimento delle tensioni fra Stati Uniti e Iran, in seguito all’abbattimento del drone americano nel Sud del Paese mediorientale, ha spinto le quotazioni del greggio. Il barile Wti è in rialzo del 4,45% a 56,37 dollari; il Brent avanza del 3,25% a 63,83 dollari al barile.

 

L’Iran, “anche se non intende fare la guerra a nessuno, è pronta alla guerra”, ha dichiarato il comandante delle Guardie della rivoluzione islamica di Teheran, il generale Hossein Salami. Il drone RQ-4 Global Hawk dell’Air Force è in grado di effettuare ampie ricognizioni.