Petrolio continua la risalita, per Citigroup è “la puntata dell’anno”

22 Gennaio 2016, di Daniele Chicca

Anche se il prezzo del petrolio sui mercati finanziari ha fatto un balzo del 5% superando i 30 dollari al barile, l’Opec – il cartello dei maggiori esportatori di greggio al mondo – non è ancora soddisfatta, anche perché il prezzo del suo paniere è vicino ai minimi record in area 22,48 dollari al barile.

Il calo di tale misura nelle ultime settimane è stato il peggiore da ottobre 2008. Detto questo c’è chi come gli analisti di Citigroup che vede rosa per il prosieguo del 2016, sottolineando come il petrolio rappresenti “la puntata dell’anno” nonostante le preoccupazioni attuali sui livelli eccessivi dell’offerta.

All’inizio i fiumi di barili con cui l’Iran inonderà il mercato peseranno, ma poi la situazione si stabilizzerà ed è a quel punto che secondo gli analisti della banca Usa verranno a crearsi le opportunità. Citi prevede che il valore del contratto sul Brent arrivi a 52 dollari al barile nel quarto trimestre.