Petrolio: Brent resta in area 95$, “sviluppi Russia-Ucraina cruciali per direzione prezzi breve termine”

14 Febbraio 2022, di Redazione Wall Street Italia

La settimana prende il via in territorio positivo per il petrolio dopo i rialzi di venerdì scorso in scia alle crescenti tensioni geopolitiche. “Gli avvertimenti degli Stati Uniti sull’azione militare russa contro l’Ucraina, probabilmente già questa settimana, hanno sostenuto i rialzi del prezzo del petrolio venerdì scorso. Anche stamattina prosegue la salita, con il Brent che si è stabilizzato in area 95 dollari al barile”, commentano gli esperti di ING. “È abbastanza chiaro che gli sviluppi relativi alla situazione Russia/Ucraina saranno cruciali per la direzione dei prezzi nel breve termine, non solo del petrolio ma in generale per i mercati delle materie prime”, aggiungono da ING.