Padoan: debito scenderà, usare tutte le leve. No comment su banche venete

15 Febbraio 2017, di Laura Naka Antonelli

“Dopo anni di crescita vertiginosa il debito pubblico si è stabilizzato e comincerà a scendere perché la politica di bilancio dell’Italia è una delle più virtuose in Europa. Tutte le leve, compresa quella delle privatizzazioni, sono leve importanti che devono essere usate”. Così ha detto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, nel corso di una conferenza stampa dell’Ocse.

Una frase che sembra essere indirizzata al sottosegretario allo Sviluppo Economico, Antonello Giacomelli, che ha espresso più di un dubbio sulla decisione di collocare sul mercato la quota del 30% di Poste Italiane in mano al Tesoro.

Sulla questione delle banche venete Padoan ha scelto il “no comment”: “Non commento casi specifici, il meccanismo di ricapitalizzazione precauzionale richiede che ci sia la richiesta spontanea da parte degli istituti di credito che possono avvalersi del meccanismo”. In ogni caso, Padoan ha ribadito l’invito, alle banche, “in un contesto di miglior clima, a fare sforzi spontanei, decisi autonomamente, per liberarsi delle sofferenze e a far crescere il capitale per permettere di fare profitti”.