Oro debole: non trova sponda da attuale avversione al rischio. Alcuni livelli da monitorare

6 Ottobre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Nonostante i mercati siano posizionati su ‘risk off’, l’oro non riesce a imboccare la strada dei rialzi. Questa mattina si muove in territorio negativo, con le quotazioni che mostrano una flessione di circa lo 0,67% a 1749 dollari l’oncia.

“L’oro non riesce a trarre vantaggio dall’attuale posizione di avversione al rischio – afferma Pierre Veyret, analista tecnico di ActivTrades -. Anche se il mercato dell’oro è stato scambiato per lo piu’ lateralmente in condizioni volatili dall’inizio del trimestre, il recente break-out al rialzo rimane ancora valido nel breve termine. Ovviamente, è probabile che il dollaro in aumento continui a fare pressione sull’oro e il mercato dovrà liberare la zona a 1.765- 1.770 dollari per sbloccare ulteriori guadagni fino a 1.777 e 1.790, ma in generale il prezzo rimane ben supportato da un punto di vista tecnico”. L’esperto aggiunge che l’indicatore RSI è ancora all’interno della zona di acquisto e punta a mantenere “la visione rialzista sull’oro finché il livello di supporto a 1.747 rimarrà intatto”.