Oro ancora debole, pesa aumento dollaro

8 Settembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

“L’aumento del dollaro continua a pesare sull’oro, con il prezzo ora sotto i 1.800 dollari l’oncia dopo la rottura di un importante supporto a 1.807 dollari”, afferma Pierre Veyret, analista tecnico di ActivTrades, spiegando che “nonostante gli asset più rischiosi siano in calo, l’oro non è stato in grado di beneficiare del clima di ‘riduzione del rischio’ nel breve termine”. Secondo l’esperto, gli investitori potrebbero voler attendere ulteriori segnali di rallentamento economico prima di aumentare la loro esposizione all’oro, considerato il principale bene rifugio.

A livello tecnico, Veyret indica che il prossimo supporto è a 1.776 dollari, mentre una ripresa sopra la resistenza di $1.812 potrebbe portare rapidamente il prezzo a 1.821 e 1.833.