Opec, petrolio: “mercato tornerà a ribilanciarsi quest’anno”

18 Gennaio 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – L’Opec ritiene che il mercato del petrolio tornerà a ribilanciarsi quest’anno, dal momento che il basso livello dei prezzi del petrolio farà sentire i suoi effetti sulla produzione al di fuori del cartello. Nel suo report mensile, l’Opec ha così scritto:

“Dopo sette anni consecutivi di crescita fenomenale dell’offerta non-Opec, spesso superiore ai 2 milioni di barili al giorno, il 2016 assisterà a una flessione della produzione, dal momento che si faranno sentire gli effetti dei profondi tagli delle spese in conto capitale”.

Sebbene abbia ammesso che nuovi progetti che garantiscono ancora una offerta superiore ai due milioni di barili al giorno siano comunque previsti nel 20156,  l’Opec ha precisato che la produzione dei paesi non facenti parte dell’Opec scenderà di quasi 700.000 barili al giorno, nel corso di quest’anno.

Saranno in particolar modo gli Stati Uniti ad assistere al calo più sostenuto della produzione con l’Opec che prevede un taglio della loro offerta di quasi 400.000 barili al giorno. Ma a ridurre gli output potrebbero essere secondo l’organizzazione anche il Canada, il Mare del Nord, l’America Latina e alcune aree dell’Asia.