Ocse: occupazione stabile nel trimestre. Italia terzultima davanti a Grecia e Turchia

15 Ottobre 2019, di Alessandra Caparello

Stabile nel secondo trimestre dell’anno l’occupazione nell’area Ocse, arrivando al 68,7%. Nel G7 in particolare l’occupazione è salita al 71,8% e nell’Unione Europea al 69,2%, con quasi 226 milioni di persone al lavoro.

Nell’Eurozona si segnala un aumento di 0,1 punti al 67,9%, con 148 milioni di occupati.  Bene l’Italia dove il tasso di occupazione è salito di 0,2 punti al 59% – con 22,68 milioni di persone al lavoro – anche se rimane al terzultimo posto nell’Ocse, davanti solo a Grecia e Turchia.