Occupazione in crescita in Italia per il terzo anno consecutivo

10 Marzo 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Sale nel 2016 l’occupazione in Italia registrando ulteriori 293mila unità nel 2016, +1,3% sul 2015. A renderlo noto l’Istat secondo cui questo è il terzo aumento consecutivo e riguarda il lavoro alle dipendenze soprattutto, ed è concentrato tra i dipendenti a tempo indeterminato (+281 mila in confronto a +42 mila quelli a termine).

Per il secondo anno consecutivo cresce il lavoro a tempo pieno (+183 mila; +1,0%); continua ininterrottamente dal 2010 la crescita del tempo parziale, che nel 2016 è quasi esclusivamente di tipo volontario con la conseguente diminuzione dell’incidenza del part time involontario sul totale del lavoro a tempo parziale (62,6%, -1,3 punti).

In leggero calo la stima dei disoccupati, a -21mila unità (-0,7%), dopo circa sette anni di aumento ininterrotto fino al 2014 e il forte calo del 2015. Il tasso di disoccupazione scende così di 0,2 punti (dall’11,9% del 2015 all’11,7 del 2016). A influire il numero delle persone in cerca lavoro da almeno 12 mesi, la cui incidenza passa dal 58,1% del 2015 al 57,3%.