Nouy (BCE): “Sulle banche maggiori poteri ai supervisori Ue”

25 Aprile 2017, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – I supervisori europei devono avere tutti gli strumenti e i poteri per poter agire rapidamente quando è necessario. A dirlo  Daniele Nouy, presidente del ‘board’ di supervisione bancaria parlando agli europarlamentari della commissione affari economici e monetari circa la posizione della Bce sugli emendamenti alle norme sui requisiti patrimoniali, sul risanamento e la risoluzione delle banche, il meccanismo di risoluzione unico.

“E’ necessario assicurare che i supervisori abbiano tutti gli strumenti e i poteri necessari, il giusto grado di flessibilità per svolgere il loro lavoro e agire rapidamente quando è necessario (…) occorre un intervento sui poteri di decisione su certe deduzioni di capitale nel quadro della gestione prudenziale dei rischi non coperti pienamente dalle regole contabili. Questo è il caso dei ‘non performing loans’ dato che gli attuali strumenti non impediscono la formazione di nuove sofferenze”.