Neet italiani, concentrazione nel Sud ai massimi europei

25 Giugno 2018, di Alberto Battaglia

Sicilia, Campania, Calabria, Puglia: in tutta Europa, sono queste le quattro regioni con maggiore presenza di Neet, gli individui che non studiano né lavorano. Si trova in questa condizione quasi il 30% dei 15-25enni: inattivi, sfiduciati. Dalla parte opposta della classifica italiana, si trovano le province di Venezia, Treviso, Belluno e Modena: in queste aree, nella fascia d’età 15-29, i Neet sono meno del 12%. E’ quanto emerge dai dati Eurostat.