Mutui under 36 in crescita al 56% a dicembre. Importo medio di 138mila euro e durata a 28 anni

23 Dicembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Il mattone è da sempre in cima alla lista dei desideri degli italiani e sono soprattutto i giovani under 36 anni oggi che acquistano la prima casa. Così emerge dall’Osservatorio MutuiSupermarket.it secondo cui c’è grande richiesta di mutui per l’acquisto della prima casa da parte degli under 36, cresciuta dal 38% di gennaio al 56% di inizio dicembre 2021.

A spingere le richieste il Sostegni bis, emanato a fine giugno, che ha esteso la platea dei beneficiari della garanzia Consap a tutti gli under 36 con ISEE pari o inferiore a € 40.000, per coprire la totalità o quasi del prezzo di acquisto della prima casa. Le prime erogazioni si stanno registrando proprio in questi mesi e proseguiranno nei prossimi, con l’aspettativa che l’iniziativa cosap raggiunga il successo sperato.

Volendo fare un identikit dei richiedenti mutui assistiti da garanzia consap, che negli ultimi mesi hanno avviato l’istruttoria di mutuo in banca, le principali evidenze emerse dall’Osservatorio vedono: l’importo medio: € 138.000; LTV medio: 92%; durata media del mutuo: 28 anni; rapporto Rata/Reddito: 24,5%; età media dei richiedenti: 30; percentuale di richieste con un solo richiedente: 80% e percentuale di richiedenti donne: 38%.

Mutui under 36: le offerte delle banche

Le banche scese in campo nell’operazione “casa per i giovani” sono ancora poche: l’offerta di mutui che vanno a finanziare oltre l’80% del prezzo di acquisto sono ancora limitate e non tutti gli istituti offrono e pubblicizzano un’offerta dedicata, che godendo della garanzia Consap offre tassi di interessi agevolati.

La prima offerta di mutui giovani “senza anticipo” è stata lanciata a luglio da Intesa Sanpaolo che ha introdotto il Mutuo Domus Giovani – Fondo Garanzia Prima Casa nella versione Variabile e Fisso; ad agosto il Gruppo Crédit Agricole ha aderito all’iniziativa con il Mutuo Giovani, disponibile a Tasso Fisso, Variabile e Variabile con CAP. A Ottobre si è aggiunta BPER e a Novembre Banco BPM. BNL non usufruisce della garanzia Consap. Ha tuttavia lanciato un’offerta dedicata ai giovani under 36 con spese di istruttoria ridotte che va a finanziare fino al 95% del prezzo di acquisto dell’immobile, purché la perizia attesti un valore ben superiore al prezzo di compravendita che faccia in modo di mantenere l’importo del mutuo entro l’80% del valore di perizia. Avvera del gruppo Credem non ha lanciato un’offerta dedicata ai giovani, ma è uno dei pochi istituti che nella propria offerta standard prevede mutui che vanno a finanziare fino al 95% del prezzo di acquisto della prima casa, non usufruendo di alcuna garanzia statale.