Mutui subprime Usa: Credit Suisse patteggia, pagherà multa da $5,28 miliardi

19 Gennaio 2017, di Daniele Chicca

Credit Suisse ha siglato un accordo con le autorità Usa per archiviare l’inchiesta relativa alla vendita fraudolenta di bond garantiti da mutui prima dello scoppio della crisi del 2008. La banca svizzera, d’accordo con il dipartimento di Giustizia americano, verserà una somma pari a 5,28 miliardi di dollari come previsto in linea di principio già a dicembre.

Per la precisione, il gruppo bancario sborserà 2,48 miliardi di multa e fornirà inoltre un sostegno a chi ha siglato un mutuo ritrovandosi poi in difficoltà ad onorarlo per un valore di 2,8 miliardi. Così come Deutsche Bank, che si era accordata con le autorità Usa per il versamento di 7,2 miliardi di dollari, anche Credit Suisse ha ammesso di avere ingannato gli investitori.