MPS: utile netto meglio del previsto, ma il resto è un disastro

6 Maggio 2016, di Alessandra Caparello

Nei primi tre mesi del 2016 il Monte dei Paschi di Siena ha registrato un utile di 93,2 milioni rispetto ai 143,7 milioni dello scorso anno riesposti, un dato che va oltre il consensus che si attestava sui 5-10 milioni di euro.

Nello stesso periodo i crediti deteriorati lordi si attestano a 47 miliardi, in rialzo di 377 milioni rispetto alla fine del 2015 (nel trimestre precedente erano cresciuti di 414 milioni). A presentare i conti l’ad di Mps Fabrizio Viola.

“Sui target del piano industriale siamo in linea con quanto preannunciato, ma la cosa importante è confermare il nostro pieno impegno a portare avanti nuove o altre iniziative sulle sofferenze che non erano incluse e aumentare la cessione delle piccole posizioni in sofferenza, al di là dei target del piano industriale”.