Mps-UniCredit: Orcel lancia aut aut al Tesoro, accordo non oltre il 27 ottobre

19 Ottobre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Andrea Orcel, amministratore delegato di UniCredit in trattative con il Tesoro per l’acquisizione del meglio di Mps, avrebbe lanciato un aut aut. E’ quanto riporta il Messaggero nella sua edizione odierna, scrivendo che “da fonti dirette del dossier si apprende che Andrea Orcel ha posto un aut aut alla controparte: term sheet (accordo quadro) entro il 27 ottobre”, ovvero giorno in cui si riunirà il cda di Piazza Gae Aulenti per l’approvazione della trimestrale, che sarà poi diramata ai mercati il giorno successivo, 28 ottobre.

O sarà soddisfatto questo termine, oppure UniCredit potrebbe mollare la presa.

Le trattative si sarebbero fatte più complicate negli ultimi giorni, per la posizione di Orcel, che non avrebbe alcuna intenzione di fare un passo indietro rispetto alle sue richieste: Mps sì, ma senza le sue quattro partecipate, senza i suoi Npl e Utp. L’AD di UniCredit chiede anche “un adeguamento della copertura sui crediti, esuberi, Dta e 300 filiali in meno, quindi circa il 65% dell’attuale gruppo”.

Ma prima il Tesoro dovrà versare di tasca sua 7 miliardi di euro per l’aumento di capitale lanciando una sorta di operazione di make up del Monte.