Mps, Morelli conferma risanamento da 2.450 esuberi

18 Gennaio 2017, di Alberto Battaglia

Il risanamento di Mps passerà attraverso 2.450 esuberi e dalla chiusura di 500 sportelli, lo ha confermato l’ad Marco Morelli, in linea coi dati già indicati dal piano presentato lo scorso 25 ottobre. Il piano sarà dunque presentato con queste cifre alla Commissione europea.

“Noi nel piano che abbiamo presentato avevamo detto che l’obiettivo a 3 anni era ridurre di 500 unità il numero degli sportelli, da 2.000 a 1.500, e ridurre il numero del personale di 2450 unità attraverso il fondo solidarietà” ha detto Morelli in un’audizione alle commissioni congiunte Finanze di Camera e Senato sul dl banche.

“E’ evidente che nella trattativa che faremo con la Commissione Ue partiremo sicuramente da questa assunzione con l’obiettivo di fare in modo che la banca possa ripartire senza una penalizzazione della sua forza lavoro nelle varie articolazioni, questo è l’intento che abbiamo”, ha aggiunto l’ad di MontePaschi, “Dopodiché noi presentiamo un piano che deve essere condiviso da chi ha il potere di dare indicazioni che magari divergeranno da questo nostro punto di partenza”.