MPS: la crisi di governo fa slittare il cda. Titolo sotto pressione

6 Dicembre 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – La crisi di governo colpisce il Monte dei Paschi di Siena con il cda che doveva decidere sull’aumento di capitale rinviato ai giorni a seguire: forse, secondo Reuters, a mercoledì e/o giovedì.

Come spiega una fonte vicina alla vicenda all’agenzia Askanews è “difficile che qualcuno metta mano al portafoglio e investa in una grande banca di un paese senza governo”.

“E la soluzione della crisi politica ha tempi comunque più lunghi di quelli concordati per chiudere l‘aumento di capitale (…) l’ intervento pubblico che sarebbe guidato da un governo dimissionario, ancora più complicato”,

La banca di Rocca Salimbeni starebbe pensando di chiedere alla Bce una revisione dei tempi inizialmente fissati alla fine del 2016, in modo tale da poter proporre l’aumento di capitale l’operazione una volta conclusa la crisi di governo. Secondo repubblica infatti l’ad Marco Morelli oggi sarà a Francoforte per discuterne con i rappresentanti della Bce.

Titolo Mps sotto pressione sulla borsa di Milano.