Moody’s boccia budget Trump: mancano risorse per tagli alle tasse

24 Maggio 2017, di Daniele Chicca

Il piano di bilancio di Donald Trump conferma i timori di Moody’s circa l’insostenibilità finanziaria delle misure. Secondo l’agenzia di rating Moody’s nonostante i tanti tagli previsti alle agenzie federali, che diventano particolarmente pesanti per quella sanitaria, dell’istruzione e dell’Ambiente (EPA), come si vede bene nella figura sotto riportata, mancano le risorse per portare a termine tagli fiscali che siano neutrali dal punto di vista delle uscite e delle entrate delle casse federali. Secondo Moody’s la metà dei risparmi previsti nel bilancio si basano su prospettive di crescita “esageratamente ottimistiche”.

Il governo federale guidato da Trump dovrà quindi indebitarsi per apportare i tagli alle tasse (tra cui un abbassamento della corporate tax dal 35 al 15%) desiderati dall’amministrazione Trump: il che significa che alcuni esponenti Repubblicani potrebbero opporsi al piano quando viene presentato al Congresso. Se il piano di bilancio passa, i rischi saranno più sul fronte della qualità del debito Usa, già uno dei più alti al mondo. Il piano di bilancio per il 2018 prevede di ottenere risparmi pari a 26,7 miliardi di dollari eliminando completamente 66 programmi federali.