Moody’s, Banco Bpm ancora indietro su fronte Npl

28 Novembre 2017, di Alberto Battaglia

La riduzione del livello di Npl da parte di Banco Bpm non è ancora soddisfacente secondo l’agenzia Moody’s, che segnala come il livello sia ancora superiore alla media del settore bancario italiano. Lo si legge in un rapporto secondo il quale “ulteriori riduzioni degli Npl” metteranno “pressione sulla solvibilità della banca in quanto dovrà o aumentare ulteriormente i suoi accantonamenti per facilitare la vendita degli npl oppure accusare perdite sulla vendita a prezzi scontati dei medesimi npl”. In realtà le tempistiche per la dismissione di 8 miliardi crediti deteriorati da parte della banca erano già stati anticipati al giugno 2018, rispetto alla scadenza di fine 2019 precedentemente annunciata. Fra i punti critici, Moody’s ricorda che “la modesta redditività del Banco Bpm limita la sua capacità di compensare l’impatto negativo sul capitale attraverso una maggiore generazione interna” di utili.