Ministro energia Russia: “Arabia Saudita ha proposto tagli fino al 5%”

28 Gennaio 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Le indiscrezioni, riportate dal sito Wall Street Italia, erano già circolate nelle ore precedenti. La conferma arriva ora dallo stesso ministro dell’energia della Russia, Alexander Novak: Russia e Arabia Saudita stanno lavorando insieme per un taglio congiunto dell’offerta di petrolio e, precisa Novak, l’Arabia Saudita ha proposto una riduzione fino a -5%, da parte di entrambi i paesi, al fine di sostenere i bassi prezzi del greggio.

Novak ha riferito anche ai giornalisti che si sta discutendo sulla proposta di organizzare un meeting congiunto tra i paesi produttori che appartengono al cartello dell’Opec e i paesi non-Opec, e che la Russia è pronta a partecipare alla riunione. Boom dei prezzi del petrolio, con il contratto WTI scambiato a New York +3,90%, a $33,56 al barile e il Brent Crude +4,41% a $34,56.