Mercato dell’auto: l’Italia avanza molto più dell’Europa, ma potrebbe non durare

5 Aprile 2016, di Alberto Battaglia

E’ stato un primo trimestre decisamente positivo quello del mercato dell’auto italiano: con un incremento del 20,8% a 519.123 unità vendute si torna a numeri che non si vedevano dal 2010, un trend che, inoltre, supera gli incrementi del mercato dell’auto europeo, in crescita di un più contenuto 10,1% nei primi due mesi dell’anno.
In questo contesto a emergere particolarmente è stata la vendita di auto ai privati: +29,5% pari al 63% del totale; quest’ultima quota supera del 4,1% il dato del 2015. L’incremento previsto per fine anno dall’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica (Anfia), tuttavia, si attesta a un più modesto 7-9%, segno che gli entusiasmi di questo primo trimestre potrebbero esser destinati a ridimensionarsi.
All’interno del mercato il risultato di Fiat Chrysler è tra i più notevoli e superiore al mercato, con una crescita del 24,43% cui corrispondono 151.462 unità vendute; il marchio che registra il miglior balzo nella rosa Fca è quello Jeep, che in Italia come in altre parti del mondo continua a guadagnare terreno.