Mercati, cattive notizie dall’indice dell’appetito per il rischio di Goldman Sachs

10 Gennaio 2017, di Daniele Chicca

L’indice dell’ottimismo dei mercati misurato da Goldman Sachs ha toccato i massimi di tutti i tempi, un cattivo segnale per azionario e materie prime, perché indicatore di iper comprato. I prezzi delle classi di asset sono su livelli molto alti e quello che preoccupa gli analisti della banca sono soprattutto i titoli azionari, come puntualizzato ieri da Christian Mueller-Glissmann, senior multi-asset strategist valuations, durante una conferenza a Londra.

“È un grafico che è ben presente nelle menti degli investitori oggi. È l’indicatore dell’appetito per il rischio, il quale in pratica mostra quale è l’appetito per il rischio sui mercati”. Viene misurato in tempo reale e tiene conto di Borse, volatilità e di tutto quello che riflette quanto rialzisti sono i mercati in questo momento”.

L’indice non ha toccato i massimi di sempre a gennaio, bensì a metà dicembre. “Non siamo all’inizio ma più o meno a metà del percorso ora”, osserva Mueller-Glissmann.