Guerra ai contanti, Tesoro: “banconota da 500 euro non ha ragione di esistere”

13 Ottobre 2016, di Laura Naka Antonelli

Il viceministro dell’Economia Enrico Zanetti, rilascia alcune dichiarazioni, interpellato a margine di un convegno dell’ordine dei commercialisti di Milano. Oltre a parlare di  voluntary disclosure bis, Zanetti si esprime anche sulla banconota da 500 euro:

“Credo sia giusto ragionare sulla banconota da 500 euro che ha una utilità molto discutibile. Secondo me la banconota da 500 euro non ha alcuna ragione di esistere, ma chiaramente sono decisioni da prendere a livello sovranazionale a livello europeo”.

In risposta alle indiscrezioni riportate da La Stampa sui vaccini a rischio sottolinea che il fondo sanitario nazionale

“come negli anni passati continuerà a crescere quindi l’anno prossimo ci saranno più risorse rispetto a quelle che erano disponibili per quest’anno”.

Sulle banche il ministro sottolinea che il  processo di fusione è destinato a continuare:

“Noi seguiamo le vicende di tutte le banche che hanno avuto traversie forti. Sono stati messi in campo strumenti di natura privatistica rispetto ai quali c’è stata una moral suasion da parte del governo, siamo consapevoli della necessità che si trovino soluzioni adeguate”.