09:35 mercoledì 21 Dicembre 2016

Mediaset, famiglia Berlusconi sotto scacco: Vivendi sale al 26,77%

La famiglia Berlusconi sente il fiato sul collo: Vivendi rilancia ulteriormente salendo al 26,77% dei dritti di voto e al 25,75% del capitale di Mediaset. La difesa del CdA del gruppo media italiano non si fa attendere: il board ha presentato un esposto all’Agcom, l’autorità garante delle comunicazioni, sulle mosse dei francesi.

Ieri il ministro italiano degli Esteri Angelino Alfano si è detto molto preoccupato per la scalata ostile dei francesi di Vincent Bolloré su Mediaset “Ha un impatto sull’intero sistema italiano non su una sola società”, ha detto Alfano, ex delfino di Silvio Berlusconi, nel corso di un incontro con la stampa a Parigi insieme al ministro degli esteri francese, Jean-Marc Ayrault.

I titoli Mediaset volano anche oggi (segui live blog di mercato): sono sospesi per eccesso di rialzi in avvio di seduta, facendo segnare un progresso teorico di oltre il +8% sopra i 4,8 euro. È spuntata anche l’ipotesi di cessione della quota di Vivendi in Telecom Italia a Fininvest tramite lo scambio di asset, con quest’ultima che diventerebbe primo azionista del gruppo tlc.

Breaking news

16:12
Apertura in calo a Wall Street: S&P 500 a -0,3%, Nasdaq cede lo -0,27%

Apertura negativa per Wall Street nonostante i record di chiusura di ieri per S&P 500 e Nasdaq Composite. Gli investitori puntano su un taglio dei tassi d’interesse a settembre dopo i recenti dati sull’inflazione. Le dichiarazioni di Loretta Mester, presidente della Fed di Cleveland, sottolineano l’importanza di non attendere troppo per ridurre i tassi.

13:38
Abionyx Pharma in forte crescita a Parigi dopo il feedback positivo della FDA

Abionyx Pharma ha registrato un significativo aumento del valore delle sue azioni alla Borsa di Parigi, grazie al feedback positivo ricevuto dalla FDA riguardo la richiesta di autorizzazione per un nuovo farmaco sperimentale contro la sepsi, denominato Cer-001.

11:59
Chiusura mista per le Borse cinesi: Shanghai a 0,12%, Hong Kong cede lo -0,94%

Le principali borse cinesi hanno chiuso la giornata in modo contrastante, con Shanghai e Shenzhen in rialzo grazie ai dati positivi sull’economia, mentre Hong Kong ha registrato una flessione. L’andamento riflette le differenti dinamiche economiche e di mercato nelle diverse regioni della Cina.

11:19
Il debito pubblico italiano cresce di 11,5 miliardi: il report di Bankitalia

Ad aprile il debito delle Amministrazioni pubbliche italiane è cresciuto di 11,5 miliardi, raggiungendo i 2.905,7 miliardi di euro. Bankitalia spiega che l’aumento è dovuto principalmente al fabbisogno delle Amministrazioni centrali, mentre le Amministrazioni locali e gli Enti di previdenza sono rimasti stabili.

Leggi tutti