Mediaset, famiglia Berlusconi sotto scacco: Vivendi sale al 26,77%

21 Dicembre 2016, di Daniele Chicca

La famiglia Berlusconi sente il fiato sul collo: Vivendi rilancia ulteriormente salendo al 26,77% dei dritti di voto e al 25,75% del capitale di Mediaset. La difesa del CdA del gruppo media italiano non si fa attendere: il board ha presentato un esposto all’Agcom, l’autorità garante delle comunicazioni, sulle mosse dei francesi.

Ieri il ministro italiano degli Esteri Angelino Alfano si è detto molto preoccupato per la scalata ostile dei francesi di Vincent Bolloré su Mediaset “Ha un impatto sull’intero sistema italiano non su una sola società”, ha detto Alfano, ex delfino di Silvio Berlusconi, nel corso di un incontro con la stampa a Parigi insieme al ministro degli esteri francese, Jean-Marc Ayrault.

I titoli Mediaset volano anche oggi (segui live blog di mercato): sono sospesi per eccesso di rialzi in avvio di seduta, facendo segnare un progresso teorico di oltre il +8% sopra i 4,8 euro. È spuntata anche l’ipotesi di cessione della quota di Vivendi in Telecom Italia a Fininvest tramite lo scambio di asset, con quest’ultima che diventerebbe primo azionista del gruppo tlc.