Mediaset chiede i danni e l’esecuzione coattiva del contratto Vivendi

22 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

Mediaset non intende farla passare liscia: per il passo indietro di Vivendi, che avrebbe dovuto acquisire il 100% di Mediaset Premium attraverso un contratto vincolante, è stata depositata un’azione legale che punta a “ottenere l’esecuzione coattiva del contratto per ordine del giudice e il risarcimento dei danni sin qui subiti da Mediaset, stimati per ora in un importo pari a 50 milioni di euro per ogni mese di ritardo nell’adempimento da parte di Vivendi a partire dal 25 luglio 2016″.
L’atto di citazione, in primis, riguarda “l’obbligo di esecuzione del contratto stesso” e non solo e non tanto il risarcimento dei danni “non inferiori a un miliardo e mezzo”.
La nuova offerta della società capitanata da Vincent Bolloré avrebbe portato all’acquisizione di solo 20% di Premium per arrivare al 15% della capogruppo Mediaset nel giro di tre anni; di fondo c’è lo scetticismo sulla credibilità dei piani di Premium, ma forse anche il tentativo di acquisire influenza direttamente sulla società controllante.