Maximulta a Apple, Tesoro Usa: “minaccia a investimenti stranieri”

30 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

L’enorme risarcimento che la Commissione europea ha richiesto a Apple per le aliquote speciali di cui ha usufruito dal 2003 al 2014, 13 miliardi di euro che dovranno ritornare nelle tasche degli irlandesi, “potrebbe minacciare di minare gli investimenti stranieri in Europa, il clima imprenditoriale in Europa e l’importante spirito della partnership economica tra Usa e Unione Europa”, lo ha dichiarato un portavoce del Dipartimento del Tesoro americano. “Continueremo a monitorare queste vicende mentre evolvono e continueremo a lavorare con la Commissione verso il nostro obiettivo condiviso di prevenire l’erosione delle basi imponibili delle nostre aziende”, ha aggiunto. Già nei giorni scorsi il Tesoro Usa aveva avvertito le istituzioni europee che un trattamento severo ai danni di Apple avrebbe potuto innescare conseguenze.
Per la commissaria europea alla concorrenza Margrethe Vestager, quella riservata a Apple: “Non è una punizione. Sono tasse non pagate che vanno pagate”.

Il titolo Apple si trova al momento in flessione del 0,59%.