Marchionne: dopo 30 anni Alfa Romeo in Formula 1? Ferrari, ecco quando sbarca a Milano

15 Dicembre 2015, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – “Stiamo pensando a far tornare l’Alfa Romeo in Formula 1. Penso che in un paio d’anni ce la possiamo fare” così l’a.d. di Fiat Chrysler, Sergio Marchionne al termine della cerimonia di scambio di auguri con i giornalisti di Formula 1.

 “Sono 30 anni che il Biscione manca dalla F1 eppure è incredibile come resti nel cuore della gente. Vogliamo rilanciare una storia gloriosa. Sarà un competitore in più”.

Un annuncio che desta molte sorprese in un momento in cui le attenzioni del presidente Ferrari sono tutte per l’acquisizione di General Motors.

“Al di là dei problemi che sta vivendo, è da tempo che spingo perché Volkswagen entri nel Circus, lo stesso faccio con General Motors. La F1 è il luogo giusto per la competizione tra chi i motori li fa. Sarebbe bene per noi, per lo sport, per il pubblico, per tutti (…) Tornare al passato, alla F1 di una volta, è impossibile. Sarebbe come rinunciare ai telefoni cellulari, provate voi a tornare al telefono a rotella. Ma bisogna che si torni a una F1 in cui competono i costruttori, su basi tecniche che si riverberino sulla produzione”.

Il guanto di sfida che lancia Marchionne è alla Mercedes.

“Non ha senso fare i conti a dicembre, dire quanto siamo bravi a gennaio. Bisogna vivere nella paura fino alla prima gara, in Australia si capirà se abbiamo raggiunto o no la Mercedes. Con tutto il rispetto per gli altri, loro sono il nostro terrore. Ho una loro foto, in ufficio. Comunque preciso: li rispetto, ma non ho paura di incontrarli”

Intanto è grande attesa per il 4 gennaio 2016 quando ci sarà il via libera della Borsa di Milano alla quotazione delle Rosse.  La quotazione delle azioni ordinarie di Ferrari sull’Mta potranno aver luogo tra il 31 dicembre 2015 ed il 3 gennaio 2016.