Luxottica, titolo perde quota. Conti non convincono gli analisti

2 Maggio 2017, di Daniele Chicca

Il giro di affari di Luxottica nei negozi esistenti già il trimestre precedente si è contratto del 3,5% nei primi tre mesi dell’anno. A influire negativamente è stata una nuova politica che hanno portato a una riduzione degli sconti online. Il gruppo italiano degli occhiali di lusso ha registrato ricavi in linea con le stime, pari a 2,38 miliardi di euro (+5,2%).

A tassi di cambio costanti le vendite sono aumentate di quasi il 2%, con la crescita nel mercato europeo che ha compensato i cali delle spese al consumo negli Stati Uniti. I conti non hanno convinto i mercati con il titolo che cede lo 0,94% a 52,70 euro in avvio di seduta. Il target price degli analisti di Banca Akros è di 56,69 euro (rating invariato di Accumulate). Per Equita SIM (giudizio di Buy e prezzo obiettivo di 55 dollari) i ricavi sono stati leggermente sopra le attese, “ma di qualità inferiore (sostenuti da M&A e cambi)”.