Luxottica sotto pressione a piazza Affari, delude l’outlook 2017

2 Marzo 2017, di Mariangela Tessa

Vendite sul titolo Luxottica, all’indomani dei conti del 2016, nonostante l’utile record e superiore alle attese del mercato. A pesare sono le attese per l’anno in corso, considerate “deludenti” dagli analisti. A metà seduta circa,  i titoli arretrano del 2,28% a 49,25 euro

Nel 2016 il gruppo ha segnato un risultato netto record a 851 milioni di euro, in crescita del 5,8% sul 2015. Il fatturato consolidato si è attestato a 9 miliardi (+2,8%).

Luxottica ha inoltre annunciato di prevedere che il 2017 sarà ‘un altro anno di crescita’.

Le aspettative sono di un fatturato in crescita ‘low to mid single-digit’ a cambi costanti. Tali indicazioni, peró, hanno deluso il mercato, che si aspettava qualcosa in più. Motivo per il quale sono scattate le vendite.

Luxottica si conferma il titolo peggiore dell’indice Ftse Mib, e cede -2,28%, a 49,25 euro.

Intanto oggi Massimo Vian, amministratore del gruppo, ha parlato della combinazione di Luxottica con Essilor affermando che in questo modo il gruppo potrà “offrire una soluzione completa per gli ottici ed i consumatori ed ampliare il campo d’azione attraverso un’integrazione verticale” dei due gruppi.La combinazione industriale permetterà di riportare “oltre 16 miliardi di vendite nel 2024”, rispetto ai 15 miliardi “previsti nell’attuale strategia”.