L’Opec abbassa le stime sulla domanda di petrolio per 2020 e 2021

14 Settembre 2020, di Alberto Battaglia

L’Opec ha tagliato le sue prospettive per la crescita della domanda mondiale di petrolio nel 2020 e nel 2021, poiché le ripercussioni della pandemia Covid-19 potrebbero durare più del previsto.

Il cartello dei Paesi esportatori di petrolio nel suo rapporto mensile ha affermato che la domanda globale di petrolio si contrarrà di 9,5 milioni di barili al giorno a 90,2 milioni di barili, rispetto alla sua precedente stima che aveva previsto un calo di 9,1 milioni di barili al giorno.

A pesare sono state le performance più deboli per l’Asia (Cina esclusa) e in particolare in India.

Per il 2021, la domanda asiatica resterà debole secondo l’Opec. ù

L’Opec ha affermato che la domanda mondiale di petrolio potrebbe crescere di 6,6 milioni di barili al giorno a quota 96,9 milioni di barili nel 2021, circa 400.000 barili al giorno al di sotto della sua previsione precedente.