Listini internazionali ancora in rosso, proseguono vendite

11 Giugno 2020, di Massimiliano Volpe

Dopo l’apertura negativa delle borse usa sui listini internazionali proseguono le prese di beneficio. Tra le più penalizzate spicca Piazza Affari con l’indice Ftse Mib che lascia sul terreno il 4,45%.
A Francoforte l’indice Dax arretra del 3,5% mentre a Parigi l’indice Cac 40 segna un rosso del 3,82%.
Dall’altra parte dell’oceano l’indice S&P 500 arretra del 2,6% mentre il Nasdaq limita la flessione ad un -1,60%.

I mercati risentono delle dichiarazioni della Federal Reserve che ieri ha confermato i tassi nel range 0-0,25% comunicando che saranno tenuti su questi livelli fino al 2022 e questo lascia immaginare una fase di debolezza per la congiuntura Usa più lunga del previsto.

I listini pagano anche il timore legato ai contagi da coronavirus, che negli Usa hanno superato quota 2 milioni, e che sono tornati a salire in diversi stati, dopo il ritiro delle misure di lockdown.