L’Inter diventa cinese, a Suning il 68,55% della società. Addio Moratti

6 Giugno 2016, di Alberto Battaglia

Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, adesso è ufficiale: l’Internazionale Fc passa di mano e diventa cinese. Il colosso dell’elettronica Suning annuncia l’acquisizione del 68,55% delle quote societarie della squadra milanese, mentre lo storico presidente, Massimo Moratti esce dall’assetto societario, Erick Thohir, invece, resta socio di minoranza e mantiene la carica di presidente. Per il gruppo di Nanchino l’acquisto dell’Inter prevede progetti ambiziosi di rilancio per la società:

“Questo storico accordo costituisce per l’Inter un’occasione di crescita senza precedenti in Cina, perché il nostro Paese diventerà la seconda patria nerazzurra. Inoltre, gli investimenti e le risorse di Suning renderanno l’Inter capace di tornare a gloriosi successi e diventare sempre più forte, attraendo le stelle del calcio mondiale”, ha dichiarato Zhang Jindong, presidente di Suning Holdings Group.