La Doria, pioggia di vendite in Borsa: confermate trattative con Investindustrial di Bonomi. Opa a 16,5 euro      

27 Settembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Dopo le indiscrezioni circolate negli ultimi giorni arriva l’ufficializzazione delle trattative tra La Doria e Investindustrial di Andrea Bonomi per un’operazione straordinaria sul capitale della società. Il consiglio di amministrazione del gruppo campano delle conserve è stato informato dai soci riuniti nel patto di sindacato che ricomprende una partecipazione nella società pari al 63% del capitale, che sono in corso trattative con Investindustrial Investment Holdings (Investindustrial). Il titolo, che venerdì scorso si erra avvicinato ai massimi storici, oggi batte in ritirata (i titoli sono stati fermati in asta di volatilità con una flessione di circa il 13% a 16,88 euro, quindi vicino al prezzo indicato nell’operazione con Investindustrial).

I dettagli

Secondo quanto comunicato al cda, gli accordi in corso di negoziazione tra le parti prevedono alcuni passaggi chiave. In primo piano il trasferimento, in favore di una società del gruppo Investindustrial e partecipata da alcuni degli attuali soci riuniti nel patto di sindacato, dell’intera partecipazione di maggioranza sopra indicata, per un corrispettivo determinato in funzione di una valorizzazione delle azioni La Doria di 16,5 euro ciascuna; e che il trasferimento sia soggetto all’ottenimento delle usuali autorizzazioni di natura regolamentare (antitrust e Golden Power). Inoltre, a esito di tale trasferimento, la promozione di un’offerta pubblica di acquisto sulla totalità delle azioni La Doria in circolazione, al prezzo di 16,5 euro per azione; e infine il coinvolgimento di alcuni dei soci venditori nella gestione del Gruppo La Doria post operazione.

La sottoscrizione degli accordi vincolanti relativi all’operazione avverrà, si legge nel comunicato, in ogni caso una volta completata una due diligence (attualmente in corso) di tipo confermativo su alcuni aspetti rilevanti dell’attività del Gruppo La Doria secondo la prassi di mercato; e raggiunta l’intesa tra le parti su tutti i termini e le condizioni dell’operazione. Per consentire il completamento della due diligence e delle trattative i soci riuniti nel patto di sindacato hanno concesso a Investindustrial un periodo di esclusiva fino al 20 ottobre 2021, data entro la quale si prevede la sottoscrizione degli accordi di natura vincolante relativamente all’operazione. La società darà senza indugio informativa al mercato sull’evoluzione delle trattative.

Ferraioli: famiglia crede fermamente nelle potenzialità del gruppo. Con Investindustrial pronti a “candidarsi a divenire una piattaforma di aggregazione del settore”
“Confido che gli accordi con Investindustrial possano chiudersi entro il periodo di esclusiva e comunque a breve. L’operazione garantirebbe infatti una grande opportunità per la società e i suoi dipendenti con una nuova fase tutta improntata alla crescita ulteriore. La Doria ha avuto negli ultimi 40 anni una crescita continua ed impetuosa diventando leader a livello europeo nei propri segmenti di mercato”, commenta Antonio Ferraioli, uno degli attuali soci riuniti nel patto di sindacato e presidente di La Doria. “L’auspicato ingresso di Investindustrial rientra nella nostra strategia di sviluppo e consentirebbe alla società di espandere ulteriormente il suo raggio di attività per candidarsi a divenire una piattaforma di aggregazione del settore in cui opera – prosegue -. Sono molto soddisfatto di questa nuova prospettiva con un partner che si pone obiettivi molto ambiziosi garantendo al tempo stesso continuità al management (anche per quanto riguarda il mio ruolo di amministratore delegato) e stabilità ai dipendenti tutti. La famiglia Ferraioli crede fermamente nelle potenzialità del Gruppo e continuerà ad essere coinvolta attivamente nella gestione della società. Lo dimostra il fatto che, anche ad esito dell’operazione, alcuni degli attuali soci manterranno una quota di partecipazione rilevante”.