Julius Bear fa marcia indietro sugli obiettivi di crescita 2019

19 Novembre 2019, di Mariangela Tessa

Julius Baer fa marcia indietro sugli obiettivi 2019. Il gruppo di private banking svizzero e gestore patrimoniale ha comunicato che è improbabile che quest’anno raggiunga il target di 4-6% di crescita della raccolta netta a causa dei deflussi di fondi dalla sua controllata italiana Kairos in difficoltà.

La raccolta netta di nuovi fondi per i primi 10 mesi dell’anno è cresciuta di poco meno del 3% rispetto al 4,5% dell’intero 2018 e al 3,2% nella prima metà del 2019, rendendo improbabile che il gruppo raggiunga il suo obiettivo a medio termine quest’anno. Julius Baer ad agosto ha deciso di mantenere il gestore patrimoniale italiano dopo averlo sottoposto a revisione strategica.