J&J: reggono i conti del primo trimestre, tagliate stime per fine anno

14 Aprile 2020, di Mariangela Tessa

Regge il primo trimestre di Johnson & Johnson, che si lascia alle spalle il periodo gennaio-marzo con un rialzo delle vendite del 3,3% a 20,7 miliardi di dollari e un aumento dell’utile netto a 5,8 miliardi, ovvero 2,30 dollari per azione adjusted (+9,5%).

Riviste al ribasso le previsioni sulle vendite e gli utili adjusted per il 2020. La società prevede ora utili per azione rettificati per il 2020 da 7,50 a 7,90 dollari, rispetto alla sua stima precedente di 8,95-9,10 dollari mentre le vendite sono attese a 77,5-80,5 miliardi.