Brexit, Juncker: “Dimissioni in caso di rinvio del Libro Bianco”

20 Febbraio 2017, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – Pronto a rassegnare le sue dimissioni se il suo Libro bianco, non verrà pubblicato l’8 marzo ma rinviato a dopo il 25 quando si celebrerà il 60esimo anniversario del Trattato di Roma. E’ categorico Jean Claude Juncker secondo quanto rende noto Repubblica.

Juncker ha lavorato al Libro Bianco con grande passione, puntando alla realizzazione di una vera Europa politica e sociale e con l’ambizione di farlo diventare l’ossatura della Dichiarazione di Roma con la quale i leader tracceranno la rotta futura dell’Unione.

Il problema è che quest’anno in Europa si terranno le elezioni e molti governi vorrebbero rinviare il discorso Libro Bianco,ossia il progetto di rilancio dell’integrazione europea post Brexit. Si attende l’incontro mercoledì a Berlino con la cancelliera Angela Merkel la quale potrebbe chiedere al presidente della Commissione Ue di rinviare il Libro bianco. Se Juncker dovesse davvero rassegnare le dimissioni, il suo successore verrà nominato a maggioranza qualificata dai leader il 5 e il 6 aprile e al momento in corsa ci sono il finlandese Jyrki Katainen, il favorito, e il socialista olandese Frans Timmermans.