Istat, lavoro: a marzo 2016 retribuzioni orarie ferme

28 Aprile 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Retribuzione ferme nel mese di marzo secondo quanto rende noto l’Istat. L’indice delle retribuzioni contrattuali orarie rimane invariato rispetto al mese precedente e aumenta dello 0,8% su base annua (rispetto a marzo 2015).

Nei primi tre mesi del 2016 invece la retribuzione oraria media è cresciuta dello 0,8% rispetto al corrispondente periodo del 2015. In particolare nel mese di marzo 2016 registrano un incremento tendenziale dell’1,0% le retribuzioni contrattuali orarie per i dipendenti del settore privato (0,8% nell’industria e 1,2% nei servizi privati).

Nulla la variazione nulla per le retribuzioni contrattuali della pubblica amministrazione. Segnano invece gli incrementi tendenziali maggiori a marzo i settori tessile, abbigliamento e lavorazione pelli (3,4%), energia elettrica e gas, commercio (entrambi 1,9%). Nulla le variazioni nei settori della metalmeccanica, delle telecomunicazioni e in tutti i comparti della pubblica amministrazione.