Istat: in aumento nel I trimestre i contratti a tempo indeterminato

9 Giugno 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – In aumento di 341mila unità nel I trimestre 2016 i lavoratori assunti con il contratto a tempo indeterminato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. A renderlo noto i dati Istat trimestrali sull’occupazione.

Risultano così nei primi tre mesi dell’anno 242mila occupati in più. A determinare l’aumento dell’occupazione la stipula dei contratti a tempo indeterminato, a fronte del calo degli indipendenti, soprattutto collaboratori e autonomi senza dipendenti. A crescere maggiormente è il lavoro a tempo parziale, specie quello di tipo volontario, anche se prosegue il trend del tempo pieno. Su base annua l’occupazione è in crescita specie per gli uomini al Nord, over 50 anni, laureati e stranieri.

L’occupazione stimata è pari, al netto degli effetti stagionali, a 22 milioni 558 mila persone, in moderato aumento rispetto al trimestre precedente (+0,1%), dopo la crescita nel secondo (+0,4%) e nel terzo trimestre 2015 (+0,6%) e la lieve diminuzione nel quarto (-0,1%). Secondo quanto rivela l’Istituto nazionale di statistica, gran parte degli indicatori sul mercato del lavoro segnano un miglioramento.

Rimane stabile all’11,6% rispetto al trimestre precedente il tasso di disoccupazione e quello di inattività diminuisce in misura lieve (-0,1 punti) attestandosi al 35,7%.