Intesa SanPaolo, Messina: no M&A ma possibili piccole acquisizioni in Svizzera. In piano confermata politica dividendi ‘generosa’

8 Novembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Nel caso di Intesa SanPaolo, non ci sono spazi per lanciare nuove operazioni di M&A, ovvero di fusioni e acquisizioni. Lo ha detto il numero uno della banca, l’amministratore delegato Carlo Messina, precisando in un’intervista rilasciata a Bloomberg TV che gli spazi non sono presenti né in Italia né all’estero.

“La nostra quota di mercato è a un tale livello che è impossibile per noi entrare in altre operazioni”, ha sottolineto l’AD, facendo notare, anche, che gli operatori di wealth management presentano prezzi “così elevati che è impossibile al momento creare valore per i nostri azionisti”.

Messina non esclude tuttavia “acquisizioni piccole e selettive” in Svizzera, paese in cui Intesa SanPaolo “desidera crescere”.

Si tratterebbe tuttavia di operazioni “simili all’assunzione di private banker, quindi molto piccole”.

Il ceo della banca italiana ha rimarcato che nel nuovo piano industriale sarà confermata una politica di distribuzione dei dividendi “generosa”.