Interpump: messaggi di supporto dall’intervista al CEO Montipò (analisti)

10 Gennaio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Tra i principali rischi del 2022, il CEO di Interpump Montipò teme più la pandemia e i possibili impatti sui lockdown piuttosto che l’inflazione, gestibile con incrementi prezzo. Così sottolinea Equita secondo cui il trend di ordini rimane molto forte, anche a causa dello shortage di materie prime e componenti che spinge i clienti ad aumentare gli ordini. Sono quindi in atto investimenti per aumentare la capacità produttiva.
Sul target strategico di 2bn sales, Montipò vede un obiettivo raggiungibile nel 2023 rispetto al consensus di fatturato di 1.57bn al 2021 e 1.85 bn al 2022 (ns. stime 1582 e 1907mn). L’obiettivo, dice Equita, ci sembra alla portata (noi stimiamo 1988mn sales nel 2023 senza M&A aggiuntivo) considerando che ci sarà molto probabilmente ulteriore M&A. Rimane alto il focus sull’M&A. Le prossime acquisizioni saranno probabilmente nel settore olio e fluid handling (aree da sempre al centro della strategia di M&A).