Inps, lascia direttore generale Cioffi: insanabili le divergenze con Boeri

23 Novembre 2016, di Daniele Chicca

Il conflitto tra i vertici dell’Inps sulla riforma dell’istituto previdenziale italiano si è chiuso a favore del presidente Tito Boeri. Il direttore generale Massimo Cioffi ha deciso di dimettersi. Lo ha annunciato il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, dicendo di aver ricevuto in data odierna Cioffi, il quale ha rimesso l’incarico conferitogli con Decreto ministeriale del 27 febbraio 2015, al fine di contribuire a superare una situazione di ricorrente contrasto di opinioni con il Presidente dell’Inps, che alla lunga, rischiava di danneggiare la regolare funzionalità dell’Istituto.

Poletti ha ringraziato Cioffi per l’attività svolta e per la sensibilità dimostrata verso l’interesse generale dell’Istituto pensionistico. Il ministro ha poi informato il presidente dell’Inps, “invitandolo ad avviare le procedure conseguenti alla decisione del direttore generale”, si legge in una nota del ministero del Lavoro.